Cammino con Francesco

La Valle Santa accessibile

“Cammino CON Francesco, anziché di Francesco poiché per le persone speciali, loro malgrado, superare difficoltà e limitazioni significa farlo CON l'aiuto di qualcuno o CON il supporto di ausili specifici; e così ogni mezzo o ausilio, ogni servizio o operatore, tutto ciò che sarà necessario per rendere effettivamente possibile la visita verrà chiamato Francesco.
Cammino CON Francesco è il primo ed unico tratto della via Francigena rivolto a persone con bisogni speciali; un modello riproducibile nell'intero percorso che consentirebbe così a tutti, proprio tutti, di vivere l'esperienza spirituale ed emotiva di percorre il Cammino.Con Francesco.”
Il progetto Cammino con Francesco, escursione accessibile nella Valle Santa per pellegrini e turisti con bisogni speciali anche in presenza di gravi limitazioni dell'autonomia e della motricità, si propone quale integrazione dell'esistente Cammino di Francesco, ideato e realizzato al fine di valorizzare e promuovere i sentieri ed i luoghi dove il Santo Patrono d'Italia ha compiuto gesti fondamentali della sua vita e della sua spiritualità: il primo Presepio della Cristianità, la Regola definitiva dell'Ordine e il Cantico delle Creature.
Il Cammino di Francesco è un itinerario pedonale che collega i luoghi della valle Reatina cari a San Francesco; un circuito di 80 km che unisce alcuni fra i Santuari francescani più suggestivi: Greccio, La Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo, ma anche boschi secolari e la città medievale di Rieti. Il Cammino di Francesco è tranche di un cammino più ampio: La Via di Roma - la Via Francigena di San Francesco che a sua volta fa parte dell'itinerario europeo della Via Francigena Orientale, che da Vienna conduce in Italia, percorrendo l'area veneta verso sud fino a Roma, attraversando in terra umbra e laziale i luoghi legati al santo d'Assisi. L'itinerario laziale di questa via è diviso in due parti: il Cammino da Piediluco a Rieti, che coinvolge i numerosi luoghi fondamentali nella vita e nelle opere di san Francesco e gli ultimi 100 km per Roma (tratto Rieti-Roma), che collegano la Città di Rieti alla Tomba di Pietro a Roma, attraverso l'antica “Via del Sale” ed arrivando a S. Pietro attraverso il Ponte Milvio. Ogni anno solo la Valle Santa registra circa 28mila arrivi per 75mila presenze a dimostrazione del grande fascino e suggestione che suscita il percorso dei luoghi ove visse il Santo.


Obiettivi e contenuti


Cammino con Francesco:
1. è una risposta alla esigenza inevasa nella provincia di Rieti nel settore del turismo sociale con specifico riferimento ai turisti con particolari esigenze, cioè i disabili, gli anziani, gli invalidi e gli ammalati, categorie che con grande difficoltà possono trovare soddisfacimento ai loro bisogni turistici, che vengono espressi in forma di prodotti, mezzi e assistenza o di pacchetti adeguati e personalizzati;
2. offre consulenze ed il necessario affinché sia possibile lo svolgimento di un soggiorno e di una fruizione adeguata alle esigenze sanitarie personali (dalla ricettività delle strutture, al trasporto, a menu particolari, ad accompagnamenti, etc.) oltre alle informazioni sulle attività programmate ed i servizi specifici della cooperativa sociale onlus Loco Motiva;
3. intende creare, attraverso un nuovo modello di turismo inclusivo, una nicchia di mercato ed uno sviluppo occupazionale dalle enormi potenzialità in considerazioni delle peculiarità ambientali, spirituali e culturali della Via Francigena Orientale, con particolare riferimento all'area del reatino e del Lazio;
4. al fine di soddisfare le richieste di tutti propone, con una offerta mirata e percorsi diversificati, le tappe santificate dalla presenza diretta del Santo nella Valle Santa:
- la Rieti medievale e sotterranea
- i Santuari francescani di Greccio, La Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo
- il Faggio di San Francesco a Rivodutri
- il Tempio Votivo del Monte Terminillo


Azioni e modalità di realizzazione


a) Integrazione dell'accessibilità nella strategia di sviluppo turistico locale (fruibilità della destinazione, inclusione sociale, partecipazione alla vita collettiva ecc.):
Lo sportello
Sportello on line: sito internet per informazioni, prenotazioni e tour virtuale.
Centro informazioni: ufficio di servizio informativo, incontro e pianificazione per l'acquisizione di strumenti utili all'accessibilità nel rispetto delle varie esigenze e bisogni.
Lo sportello (sito web e ufficio informazioni) servirà ad informare, sensibilizzare ed organizzare, oltreché i turisti direttamente interessati, anche gli operatori turistici e le associazioni presenti nel territorio sulle opportunità di un modello di “turismo sociale” rivolto a soggetti con particolari esigenze come i disabili, gli anziani, gli invalidi e gli ammalati anche in termini di destagionalizzazione dei flussi e di attrazione per una “importante nicchia” di turisti.
Con lo sportello si intende, quindi:
- qualificare e potenziare l'offerta nell'ambito del turismo speciale ed assistito affiancando gli operatori turistici del territorio reatino e le istituzioni locali e internazionali che promuovono la Valle Santa;
- informare ed assistere i cittadini sulle modalità di accesso ai servizi;
- fornire su prenotazione guide, mezzi ed assistenti turistici per l'accessibilità e la fruizione richiesta;
- affiancare gli operatori del settore turistico con azioni di sensibilizzazione e supportandoli da un punto di vista organizzativo, normativo, di marketing e di affinamento del prodotto/servizio;
- far dialogare e mettere in rete i vari stakeholders coinvolti nel settore del turismo speciale in un'ottica costruttiva di concertazione e di ottimizzazione delle potenzialità del territorio.
I fruitori dei servizi erogati dallo sportello saranno:
cittadini e famiglie; addetti delle istituzioni (operatori del servizio sociale, assistenti sociali, Aziende Sanitarie, etc.); operatori della filiera turistica nel reatino (alberghi, tour operators, agenzie di viaggio, musei, parchi naturali, riserve, agriturismi, fattorie didattiche, centri, etc.); cooperative sociali, associazioni e organizzazioni religiose, di volontariato e del settore no profit.
Servizi di trasporto, ausili e mezzi per il superamento delle barriere architettoniche
1. Joëlette
2. Carrozzina elettronica e manuale
3. Deambulatori
1. La joëlette è una speciale carrozzella da fuoristrada, che consente anche ai disabili non deambulanti, cui la montagna dal vivo è normalmente preclusa, di partecipare alle escursioni; ha una sola ruota ed è condotta da due accompagnatori. Può andare su tutti i sentieri, anche scoscesi e inclinati.
2. Carrozzina elettronica a ruote motorizzata con batteria, realizzata per uso esterno/interno munita di impianto di illuminazione, fari, frecce e claxon e trasportabile in auto.
3. Deambulatori.
b) Iniziative di sensibilizzazione, comunicazione e formazione sui temi dell'accessibilità, allo spirito di accoglienza e ospitalità in generale, e in particolare in relazione a persone o gruppi con bisogni speciali.


Guide multimediali, segnaletica e materiale sensoriale informativo


Guide multimediali e sensoriali - Saranno, inoltre, disponibili guide multimediali e materiale sensoriale informativo utilizzando sia i tradizionali supporti cartacei che informatici tramite dispositivi di nuova tecnologia (smartphone, tablet pc e notebook). Per la consultazione e le indicazioni relative ai luoghi visitati e da visitare saranno quindi realizzati:
a. Videoguida portatile multimediale
La guida multimediale (smart-phone e/o tablet) socio-turistico- culturale permette l'accessibilità ai contenuti culturali in modo autonomo semplice e completo. Tutti i visitatori, anche in presenza di disabilità sensoriali o disturbi del linguaggio, possono fruire dei medesimi contenuti seppur in diverse modalità (audio, testuale e video in lingua dei segni) e ogni visitatore può personalizzare l'utilizzo scegliendo la modalità o la combinazione a lui più adatta. Il tutto arricchito da materiale multimediale come foto, mappe, ricostruzioni e brevi filmati.
La guida organizzata in capitoli con i principali punti di interesse geolocalizzati in mappe multimediali, presenterà due importanti innovazioni:
― linguistica: i contenuti saranno semplificati e accessibili in modalità testuale, audio e video in lingua dei segni, per una completa integrazione sociale e culturale;
― tecnologica: i contenuti saranno fruibili da web sia dal PC che da web mobile e da mobile application tramite i dispositivi portatili attraverso una piattaforma che permetterà di selezionare la modalità di fruizione più adatta, integrando contenuti testuali, audio e video.
Le guide multimediali visibili su tablet pc o smartphone, saranno a disposizione dei visitatori per i quali sarà possibile seguire passo passo l'intero programma di escursione previsto dal Cammino con Francesco, ascoltare i racconti sulla vita di San Francesco e la descrizione dei quattro Santuari fino al monte Terminillo ove sorge il Tempio Votivo del Santo Patrono d'Italia, esplorare la Rieti medievale e sotterranea, godere dei suggestivi paesaggi e delle meraviglie cha la natura incontaminata della Valle Santa offre ai visitatori.
b. Opuscoli, per persone:
― ipovedenti: a caratteri grandi (font Verdana - dimensione 20)
― non vedenti: in stampa Braille, con sistema di scrittura e lettura a rilievo
― con disturbi della comprensione e dell'apprendimento: con testo a sistema semplificato per la comprensione della lettura e facilitato per immagini per favorire l'accessibilità dei contenuti (CAA, Comunicazione Aumentativa Alternativa)
La segnaletica
In un luogo di interesse culturale la segnaletica riveste un ruolo fondamentale per l'informazione dei visitatori e deve essere, quindi, corretta e documentata. Al tal fine, oltre ad una costante e puntuale verifica da effettuare presso l'Archivio di Stato di Rieti e le altre autorevoli fonti storiche locali, la cooperativa sociale Loco Motiva si avvarrà anche della preparazione e della competenza istituzionale di consulenti e ricercatori. Nel rispetto dello spirito di inclusione ed integrazione delle persone svantaggiate stabilito dallo statuto della cooperativa sociale Loco Motiva, le trascrizioni e le elaborazioni grafiche dei testi saranno curate da persone diversamente abili con sindrome di autismo. Le traduzioni dall'italiano all'inglese saranno effettuate da esperti e docenti di lingua inglese.
La segnaletica da apporre nei pressi dei Santuari si realizzerà tenendo conto dei principi e delle linee guida dell'Universal Design e della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità circa l'uso di differenti modalità informative, della efficace ed adeguata leggibilità e alla compatibilità con una varietà di tecniche o strumenti usati da persone con limitazioni sensoriali.
a. posizionamento previsto dei pannelli ad un'altezza media compresa tra 1,00 e 1,70 m per permetterne una buona visibilità a persone su sedia a ruote;
b. caratteri (font, colore e dimensione) ma anche spaziatura tra le lettere, tra le parole, l'interlinea ecc. scelti per garantire la massima percezione anche da distanze superiori ai 6 metri e/o da persone ipovedenti;
c. caratteri a lettere minuscole, poiché facilitanti nella comprensione;
d. informazioni e linguaggio chiaro e conciso per non compromettere la comprensione e la memorizzazione del messaggio;
e. grafica generale a forte contrasto: caratteri e lettere in nero su fondo bianco a leggera texture di superficie;
f. previsto il non utilizzo di supporti inadeguati, quali superfici o stampa riflettente (vetro, lucidi, ecc.).
I pannelli, le cui dimensioni saranno adattate e proporzionate al contenuto degli stessi, e coerenti con i paesaggio e le architetture, saranno realizzati in Dibond, lastra composita costituita da due lamiere in alluminio, spessore 0,3 mm/cad., con interposto un nucleo in polietilene. Per la realizzazione dei pannelli segnalatori, la efficace e rapida installazione così come la resistenza al deterioramento da agenti atmosferici rappresentano i vantaggi decisivi nella scelta del Dibond. La sorprendente leggerezza, l'elevata rigidità e la resistenza agli agenti atmosferici, ne fanno il materiale adatto: il progetto prevede, infatti, l'esposizione unicamente all'esterno della segnaletica identificativa ed esplicativa del sito di riferimento. I pannelli saranno, all'occorrenza, facilmente rimovibili. L'inchiostro per serigrafia applicato sui pannelli ha, inoltre, un'eccellente adesione ed una stesura uniforme.
L'assoluta planarità e la finitura in colore bianco, oltre ad una un'elevata definizione della stampa e della leggibilità, garantiscono una presenza discreta e leggera che si integra con le caratteristiche architettoniche dei siti storici su cui vanno affisse.
Gli operatori: Assitente Turistico e Accompagnatore
L'Assistente Turistico è un operatore specialistico per disabili con il compito di guidare e sostenere nei momenti di visita e negli spostamenti le persone con disabilità mentale, fisica o sensoriale nonché persone con particolari necessità e anziani. L'Assistente Turistico presta aiuto agli utenti oltreché nel favorire la cura di sé nelle attività giornaliere (pulizia personale, vestizione, nutrizione, aiuto nell'assunzione dei pasti, corretta deambulazione, trasporto), anche e soprattutto nelle attività di comunicazione relativamente ai luoghi visitati ed all'interazione sociale.
La formazione dell'Assistente Turistico prevede la conoscenza di elementi di psicologia, patologia e pronto soccorso ma soprattutto competenze specifiche relative alle diverse tipologie e metodologie di comunicazione:
― LIS: Lingua Italiana dei Segni e labiolettura per intervenire attivamente nel processo di accompagnamento dei soggetti non udenti o ipoudenti al fine di facilitarne la comunicazione interpersonale e leggerne i risultati
― CAA: Comunicazione Aumentativa Alternativa, metodo multimodale di comunicazione che facilita la comunicazione in persone che hanno difficoltà ad utilizzare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura (SLA, Sclerosi Multipla, Morbo di Parkinson, sindromi genetiche)
― WOCE: metodo di scrittura per la comunicazione in soggetti con grave disturbo congenito o acquisito della comunicazione verbale (Disturbo Generalizzato dello Sviluppo, Spettro Autistico, Agnosia Verbale Uditiva)
― Buona conoscenza della lingua Inglese scritta e parlata
L'Accompagnatore è una speciale guida turistica che si occuperà di accogliere e accompagnare le persone singole o gruppi di turisti nella visita alla Valle Santa, ai Santuari, al Tempio Votivo al Terminillo e alla città di Rieti o come da programma precedentemente predisposto dagli organizzatori, fornendo accurate informazioni dei luoghi visitati relativamente agli aspetti culturali ed ambientali, storico-religiosi e delle tradizioni enogastronomiche e folkloristiche. Anche all'Accompagnatore sarà richiesto di saper conversare in lingua Inglese e di avere le elementari conoscenze per l'assistenza a persone con bisogni speciali.
Giornate CON Francesco
Ad integrazione degli eventi e dei servizi proposti nel territorio e di quelli relativi alla sensibilizzazione, promozione, organizzazione del turismo sociale a Rieti, la coop Loco Motiva propone suoi ulteriori specifici appuntamenti per arricchire l'offerta di turismo nella Valle Santa di Rieti e potenziare la partecipazione e l'inclusione di persone con bisogni speciali. Le Giornate CON Francesco sono appuntamenti periodici aventi lo scopo, oltre quello culturale ed educativo di conoscenza ed approfondimento della storia del territorio e della vita di San Francesco nella Valle Santa, di realizzare attività integrate indirizzate a tutti i cittadini e a ragazzi, anche minori, con disabilità o in situazione di disagio. Le attività:
Escursioni e percorso (virtuale, parziale o completo) di gruppo nella “Valle Santa” Reatina;
Convegni, conferenze e seminari di studio, riguardanti gli argomenti e le peculiarità che caratterizzano la provincia di Rieti e il mondo Sabino legato alla presenza del Santo frate: il mondo contadino e le sue ricche tradizioni, le Riserve ed i parchi naturali, i prestigiosi monumenti religiosi e le antiche rocche, l'abbondante sorella acqua ed il Terminillo con le reliquie del Santo.
Laboratori, pubblicazioni e produzione materiali di studio e artistici: personale qualificato ed operatori specialistici guideranno bambini e ragazzi con disabilità nel percorso di conoscenza di San Francesco e nella realizzazione di materiale grafico, testi e musiche da utilizzare negli eventi/ spettacoli previsti al termine o durante le Giornate CON Francesco.
Spettacoli, concerti ed eventi ricreativi.
Valutazione, metodologie e strumenti:
Per la valutazione delle attività, riferita principalmente ai partecipanti disabili, sono previste due schede di osservazione: la scheda di valutazione sull'attività e la scheda di osservazione dell'interazione di gruppo. Per ogni attività prevista è garantita la presenza di Operatori Specialistici, degli Assistenti Turistici, degli Accompagnatori e di tutti gli strumenti e mezzi previsti nel presente progetto finalizzati alla migliore integrazione e partecipazione possibile.
Obiettivi:
1. creare attraverso le esperienze ludico-ricreative, culturali e turistiche una migliore capacità di integrazione e socializzazione con l'altro attraverso la gestione e la condivisione delle regole all'interno delle attività;
2. creare opportunità di crescita, di aiuto e di scambio e, per le persone disabili, una maggiore capacità di autonomia nella gestione delle relazioni, dell'ambiente e dell'organizzazione degli spazi e dei tempi, in semplici attività di vita quotidiana (viaggio, pranzo, acquisti, ecc);
3. creare nel disabile e nella famiglia di appartenenza una capacità di allontanamento l'uno dall'altro, sperimentando con gradualità l'esperienza di vita con gli altri, in particolar modo per gli utenti adulti, avviando un percorso sereno verso il dopo di noi;
4. alleviare i carichi sostenuti quotidianamente dalle famiglie;
5. entrare a far parte della rete dei servizi che ruotano intorno agli utenti;
6. acquisire una conoscenza della realtà storico-sociale e delle tematiche culturali e spirituali della Valle Santa.
Osservazione, verifica e valutazione finale
Il tutor e gli operatori cureranno la lettura, l'analisi e l'elaborazione delle schede di osservazione sull'attività e sull'interazione del gruppo proposte a tutti i partecipanti.
Pubblicazione
Il progetto prevede di realizzare un diario, una pubblicazione del materiale prodotto nei laboratori e nella visita guidata Cammino CON Francesco (manifesto, racconti, impressioni, foto, disegni, testi, ecc.) e la sintesi delle valutazioni finali.
Il libro modificato (così sono definite quelle pubblicazioni che tengono conto delle strategie atte a facilitare la lettura e la comprensione indicate dalla tecnica CAA, Comunicazione Aumentativa Alternativa), utilizzando diversi canali di comprensione (simboli, foto, disegni, immagini) potrà essere letto da persone con disturbi o con gravi difficoltà comunicative.
Risorse umane
Il progetto prevede il contributo operativo dei soci della cooperativa, di volontari con esperienze specifiche, delle associazioni locali e di figure professionali che, a diverso titolo, partecipano all'iniziativa.
Potenzialità turistica del progetto
La destinazione dell'iniziativa
- è una destinazione non inclusa nei circuiti turistici di massa;
- gestisce la propria offerta turistica in modo tale da assicurare la sostenibilità sociale, culturale e ambientale anche attraverso partenariati pubblico-privati;
- è una destinazione che dispone di una struttura di gestione del marketing e una strategia definita per uno sviluppo turistico sostenibile,
e tiene conto:
a) Integrazione degli aspetti sociali e ambientali nell'offerta turistica e impatto sull'economia e sulla comunità locale.
La riconosciuta eccellenza dal punto di vista spirituale, culturale e turistico del Cammino di Francesco nella Valle Santa ha un grande riscontro in termini di presenze effettive sul territorio. Ogni anno la Valle Santa, infatti, registra circa 28mila arrivi per 75mila presenze a dimostrazione del grande fascino e suggestione che suscita il percorso dei luoghi del reatino ove visse il Santo.
Dato molto interessante se, soprattutto, viene analizzato non solo dal punto di vista numerico ma verificando la provenienza degli ospiti: un ampio bacino di utenza che, non solo comprende tutti i Paesi Europei ma anche Est Europa e, recentemente, Paesi Nord Africani.
Non solo pellegrini ma anche amanti della natura e degli aspetti culturali relativi alla Rieti medievale e sotterranea, che sono connessi alla Valle Santa.
Le peculiarità specifiche del Cammino, rimasto pressoché invariato dai tempi del Santo frate, la particolare conformazione geofisica del percorso e la disomogenea presenza di imprenditorialità legate all'accoglienza dei pellegrini, non hanno ancora permesso la completa e variegata disponibilità di strutture ricettive che il territorio meriterebbe. Le peculiarità sopracitate favoriscono, senza dubbio, l'offerta di turismo ad un pubblico specifico. Sono presenti, infatti, servizi ricettivi rivolti prioritariamente ad una utenza giovanile e occasionale.
Cammino CON Francesco cambia radicalmente il prodotto e l'offerta turistica in tutto il reatino poiché si rivolge ad una nuova utenza che comprende, appunto, persone con specifiche esigenze (disabili, invalidi) ma anche dalle caratteristiche più tradizionali (anziani, famiglie). Il turismo per tutti può divenire fattore di sviluppo economico ed occupazionale e generare benefici culturali e sociali
E' indispensabile, quindi, che tutti gli attori coinvolti nel prodotto turistico locale sviluppino e integrino alla esistente una nuova tipologia di accoglienza e ricettività, di servizi e informazione in uno sviluppo trasversale che coinvolge soggetti ed operatori diversi: le organizzazioni non profit, il mondo dell'imprenditoria turistica e la sfera pubblica. Il turismo per tutti è il risultato di una serie di componenti: trasporto, attrezzature, infrastrutture e risorse umane ma anche mezzi tecnologici ed elettronici ed i sistemi di informazione.
Il Cammino CON Francesco è un investimento lungimirante che produrrà benefici per tutto il territorio:
― in primo luogo, per i viaggiatori più anziani e disabili per i quali viaggiare diventa più semplice e più allettante
― per tutti i “pellegrini” come risultato di una maggior qualità e convenienza
― per i fornitori di servizi turistici come risultato di un numero sempre maggiore di ospiti e una maggiore capacità di fruizione dei servizi
― per le destinazioni turistiche locali, che migliorano la loro competitività e acquistano un valore aggiunto
― per uno sviluppo e promozione delle peculiarità produttive locali, dei prodotti tipici e delle tradizioni culturali di Rieti e provincia
― Non da ultima Rieti come destinazione turistica di eccellenza, grazie ai nuovi impulsi alla richiesta e ad una più solida industria del turismo
b) Presenza di prodotti turistici accessibili ed azioni volte alla loro promo-commercializzazione (rispetto dei principi di non discriminazione, pari opportunità ecc.)
L'Istituto Nazionale Ricerche Turistiche per conto dell'Associazione interregionale delle Camere di Commercio del Centro Italia, nel febbraio del 2012 evidenzia una rapporto non soddisfacente in merito alla accessibilità del territorio e la fruibilità dell'offerta turistica nella provincia di Rieti ove non sono state previste azioni o particolari interventi mirati a migliorare l'accesso all'attività turistica e a rendere maggiormente fruibili le risorse naturali e culturali.
Il progetto Cammino CON Francesco intende colmare questo deficit individuando e proponendo nel percorso che inanella la città di Rieti ai quattro santuari francescani della Valle Santa, la sede prioritaria degli interventi per il diritto alla accessibilità e per lo sviluppo di una solida prospettiva di turismo sociale finalizzati alla crescita complessiva del territorio.